Data: 19-05-2017

ministero_salute_piccolo.jpg

Veterinaria internazionale

Notiziario epidemiologico internazionale aprile 2017

Il Ministero della salute ha pubblicato il Notiziario sulla situazione epidemiologica internazionale delle malattie infettive degli animali relativo al mese di aprile 2017.

Il documento contiene l'elenco dei focolai delle malattie infettive degli animali notificate in Europa e notizie di epidemiologia internazionale di particolare interesse.

Come nei mesi precedenti, continua la predominanza di denunce ed aggiornamenti di focolai di influenza aviare alta e bassa patogenicità, appartenenti a diversi sierotipi e diffusi in quasi tutti i continenti

Le altre notifiche riportate riguardano:

- Afta epizootica: l'Algeria ha trasmesso due aggiornamenti sui focolai da sierotipo A che si va a sommare al sierotipo O già presente nel Paese e per il quale era già impostato un piano vaccinale. Lo stesso sierotipo è stato riscontrato anche in Tunisia a causa delle movimentazioni, legali e/o illegali, degli animali sensibili. La malattia è presente anche in Asia e Medioriente. Sono stati infatti trasmessi gli aggiornamenti dalla Cina, dalla Mongolia e dalla Palestina.

- Peste suina africana: consueti aggiornamenti dei focolai in Ucraina e sui casi riscontrati in Moldavia nel mese scorso che comunque risultano al momento sotto controllo. Un nuovo focolaio è stato denunciato in Zambia, mentre il Kenya ha trasmesso il rapporto finale di un focolaio denunciato lo scorso anno. Questo, seppur non completamente risolto, è ritenuto sotto controllo, pertanto un nuovo aggiornamento sarà inserito nel prossimo rapporto semestrale.

- Bluetongue: la malattia è fortemente presente nell’area balcanica, numerosi nuovi casi in Serbia.

- Vaiolo: continua l’attività di sorveglianza e l’applicazione delle norme di biosicurezza finalizzate al monitoraggio e controllo del Monkeypox virus (vaiolo delle scimmie) isolato ad agosto in 22 scimpanzé di una riserva del sud del Cameroon. L’attività di sorveglianza sta confermando l’assenza di altri casi. Continua l’attività di sorveglianza in Israele, che ha permesso la segnalazione di un altro focolaio di Vaiolo degli ovini (Sheep pox virus).

-  Antrace: in Burkina Faso è stato denunciato un nuovo focolaio che ha colpito 4 allevamenti, provocando la morte di 70 capi. In Zambia invece è ritenuto chiuso il focolaio denunciato a novembre scorso

- Pleuropolmonite contagiosa: in Zambia è stato riscontrato un focolaio in un allevamento di bovini. La malattia era assente dal 2009 e probabilmente l’origine è data dalla movimentazione illegale di bovini.

- Aethina Tumida: in Brasile è stato instituito un gruppo di lavoro per il controllo della diffusione della malattia visto il dilagarsi della diffusione del coleottero negli alveari.

- Leucoderma: a novembre in Australia sono stati denunciati dei focolai di leucoderma (white spot syndrome virus) a carico di gamberi e crostacei di allevamento. Al momento l’infezione sembra sotto controllo.

- Setticemia emorragica: in Israele, nell’ambito dell’attività di sorveglianza per i casi di setticemia emorragica denunciati lo scorso febbraio, sono stati due nuovi casi. E’ ancora in atto l’indagine epidemiologica per verificarne l’origine.

Altri aggiornamenti riguardano l’anemia dei Salmoni nelle Isole Faroe e la sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus (MERS-CoV) in Arabia Saudita

A cura della segreteria SIMeVeP

Stampa questa comunicazione Invia a un amico

Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva | P.IVA-C.F. 06950021003